Trasloco e animali domestici

0
595
Cane durante trasloco

Nonostante si pensi che gli animali domestici abbiano una capacità di adattarsi ai cambiamenti molto elevata, per i nostri amici a quattro zampe non è sempre vero. Ogni animale, che sia cane o gatto, ha il proprio carattere e le proprie esigenze, di conseguenza è portato a vivere il trasloco in maniera diversa rispetto ad altri animali domestici di cui potreste aver sentito parlare. Per questo motivo, bisogna tenere conto durante un trasloco delle diverse caratteristiche degli animali domestici, e non sottovalutare le loro necessità.

Animali domestici: come comportarsi con i cani durante il trasloco

Affrontare il trasloco con i cani richiede delle misure preventive, nonostante fra gli animali domestici siano fra i più adattabili a questo tipo di cambiamento. Innanzitutto, bisogna organizzare una visita preliminare del cane nella nuova abitazione. Il cane infatti ha bisogno di conoscere il nuovo ambiente prima del trasferimento definitivo, e un buon escamotage è abituarlo alle nuove mura domestiche preparando anche un premio. Durante la visita, è opportuno lasciare fin da subito un gioco preferito, il cuscino del riposino, o la sua cuccia. In questo modo, entrando nella nuova casa, potrà avere subito una sensazione di familiarità anche se il territorio non ha ancora acquisito il suo odore. Ricompensare il cucciolo con uno stuzzichino dopo la prima esplorazione, inoltre, contribuirà a rendere il momento meno difficile e a farlo considerare un momento di gioco.
Durante il trasloco insieme a un cane, ci sono due opzioni che è possibile valutare. Lasciare il cane con una persona di fiducia, fino al momento di portarlo nella nuova casa, oppure chiedere l’intervento di un pet-sitter per qualche ora. In alternativa, lasciare il cucciolo in una stanza insieme alla cuccia, al suo cuscino e ai suoi giochi, circondato da cibo e acqua a sufficienza per passare qualche ora in autonomia. Inoltre, durante i preparativi per il trasloco, è vietato sgridare i cani se vogliono curiosare tra scatoloni e oggetti da impacchettare. È essenziale che il cane possa capire cosa sta succedendo e che non si innervosisca vedendo i cambiamenti in corso nella vecchia casa. Imballate con cura tutte le sue cose, ed evitate assolutamente di buttarle per sostituirle in futuro. Il cane infatti potrebbe soffrire di un senso di spaesamento senza i suoi punti di riferimento in un nuovo territorio. Prendete in considerazione anche di lasciare che il cane imprima il suo odore sugli scatoloni: lo aiuterà a non considerare l’ambiente nuovo un luogo ostile e sconosciuto. L’ambientazione nella nuova casa sarà la fase fondamentale per il definitivo adattamento del cane nel nuovo appartamento. È importante infatti dedicargli fin da subito un luogo fisso, in cui mettere subito tutti i suoi oggetti: cuccia, coperte, cuscini e giochi devono rimanere in bella vista. Solo successivamente, è possibile spronare il cane ad esplorare i nuovi locali: mai forzare il vostro animale domestico a fare qualcosa che non vuole, o a uscire dai nascondigli che si trova. Ogni cane ha i suoi tempi, non abbiate ansia di accelerare questi ritmi di adattamento.

Gatto dentro scatola durante il trasloco

Come traslocare con un gatto e con altri animali domestici

I gatti sono animali molto più abitudinari di cani e altri piccoli animali domestici. Nonostante siano considerati più indipendenti, non è assolutamente vero che possano sostenere il peso di un trasloco senza traumi. Durante un trasloco con un gatto, quindi, bisogna osservare alcuni accorgimenti importanti. Innanzitutto, bisogna pensare a trasferire il gatto quando nella nuova casa tutto sarà sistemato. I rumori troppo forti, la mancanza di mobili e punti di riferimento, il viavai di operai e gente sconosciuta potrebbe stressare eccessivamente un gatto. Qualora dobbiate necessariamente portarlo nella nuova abitazione, scegliete per lui una stanza non frequentata e cercate di essere le uniche persone ad entrarvi. Tenete in stanza tutte le sue cose, dalla lettiera, alle ciotole con cibo e acqua, ai suoi giochi preferiti e alla cesta per dormire. Meglio anche tenere qualcosa dove il gatto possa nascondersi, come una scatola di cartone aperta da un lato. È molto importante, inoltre, che il gatto conservi qualcosa con l’odore dei padroni: mettete nella scatola una federa o un indumento che il gatto possa riconoscere e su cui possa accoccolarsi. Se il gatto è molto nervoso, per il trasloco potete prendere in considerazione di utilizzare dei ferormoni felini in modo da tranquillizzarlo. Come per i cani, anche i gatti non vanno mai forzati dopo il trasferimento: esplorerà con i suoi tempi, l’importante è non lesinare attenzioni e momenti di gioco. Niente paura se all’inizio il gatto preferisce digiunare: dopo i primi giorni, tornerà ad alimentarsi con regolarità. Altri accorgimenti potrebbero essere necessari per animali domestici come i pesci, soprattutto se si possiede un acquario. L’incolumità dei pesci è la parte più delicata del trasloco, e molti risentono dei cambiamenti della temperatura dell’acqua, dell’illuminazione e della temperatura. Dovrebbero essere trasportati ognuno in un contenitore separato, con un sistema di ossigenazione portatile. Per le vasche invece bisogna affidarsi a un sistema di trasporto professionale, senza dimenticare di conservare parte dell’acqua per non perdere la flora batterica, sia che si tratti di un acquario d’acqua dolce che di un acquario marino. Per spostarvi con altri piccoli animali, dovreste usare le stesse accortezze per cani e gatti. Per traslocare uccelli domestici, ad esempio, è necessario un piccolo trasportino, contenuto nelle dimensioni per non fare agitare il vostro volatile. Inoltre è opportuno inserire un panno impregnato di odori familiari. Un trasloco insieme ai conigli, invece, segue i medesimi accorgimenti per il trasporto di un gatto. Se durante il viaggio basta il classico trasportino, nella nuova casa è necessario allestire una stanza dedicata al coniglio, montare il suo recinto dove inserire le sue cose, e dargli il tempo di ambientarsi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

tre × cinque =