Trasporto Cucina: come fare per il trasloco

0
824
Trasloco cucina: smontaggio e imballaggio

Il momento del trasloco è temuto da molti, sia per le implicazioni psicologiche che per il lavoro che deve essere effettuato per portare a termine l’operazione.

La soluzione migliore, quando non si ha tempo a disposizione, nel caso in cui non si disponga del necessario aiuto da parte dei propri cari, oppure quando gli oggetti da trasferire sono molti, è quella di affidarsi ad una ditta specializzata in traslochi. Uno degli ambienti che richiede le maggiori attenzioni in tema di traslochi è la cucina.

Per quanto riguarda l’operazione di smontaggio, se si decide di procedere con il trasloco cucina per conto proprio sarà necessario diverso tempo a disposizione, oltre ad una certa dimestichezza. Infine, serviranno degli attrezzi specifici, come trapani avvitatori e chiavi idonee.

Se i mobili sono moderni è probabile che siano state utilizzate delle tecnologie complesse nel loro assemblaggio, che richiedono delle operazioni di smontaggio molto precise. Ma anche chi ha in cucina mobili di un certo pregio dovrebbe considerare l’opportunità di affidarsi ad una ditta di traslochi che possa smontare la cucina senza problemi. Passando a considerare gli oggetti, cercare di tenere in considerazione anche il loro peso, per evitare che gli scatoloni non possano essere sollevati e per diminuire il rischio di rottura degli stessi. Vista la fragilità di elementi quali bicchieri e piatti, un consiglio è quello di fare ricorso al “Pluriball”, ossia la classica plastica dotata di bolle d’aria. Utilizzarne un paio di fogli come fondo di protezione in ogni scatola prima di inserire qualunque oggetto. Questi ultimi andranno ricoperti singolarmente con della carta da imballo oppure, se sono estremamente fragili, direttamente con del Pluriball, chiudendolo con del nastro adesivo. I piatti, dopo essere stati imballati singolarmente, dovranno essere posizionati nelle scatole verticalmente; per evitare che si spostino, fare attenzione a riempire il “volume orizzontale” a disposizione. Nello spazio superiore porre un ulteriore foglio di protezione in Pluriball; se lo scatolone non risulta pieno aggiungere dell’oggettistica piuttosto piccola, come piattini, teiere o soprammobili. Ovviamente, anche questi ultimi dovranno essere imballati singolarmente. Terminata l’operazione chiudere il contenitore, apponendo la scritta “Fragile” su di esso.

Per quanto riguarda elementi quali bicchieri e tazzine, al contrario di quanto avviene per i piatti, dovranno essere inseriti nello scatolone ponendoli in posizione orizzontale. Cercare di mettere i più pesanti sul fondo e, se è necessario sovrapporre più strati, separare ognuno di essi con del Pluriball. Nel caso in cui debbano essere traslocate delle bottiglie reperire dei cartoni di medie dimensioni, avvolgendo l’oggetto in uno o più fogli di Pluriball e mettendolo “in piedi” nella scatola.

Passando alle pentole, se sono presenti modelli di diverse dimensioni è possibile metterne uno dentro l’altro ma, in questo caso, disporre un foglio di carta sul fondo della precedente in modo da scongiurare il pericolo di rigare la parte interna. Anche se si utilizza tale metodo cercare di non esagerare con il peso, che potrebbe causare problemi soprattutto quando per raggiungere l’entrata della nuova abitazione è necessario salire a piedi dei piani di scale.

La cosa importante è che i contenitori vengano riempiti (con oggetti o facendo ricorso al Pluriball o a fogli di carta arrotolati) fino al bordo. Questo eviterà pericolosi movimenti di quanto contenuto. Per gli utenti che si chiedono quanto costa trasportare una cucina, il prezzo del servizio dipende principalmente, come per le altre stanze, dal numero di scatoloni da trasportare, dalla distanza del percorso tra le due abitazioni, dalla presenza dell’ascensore, ma anche dal periodo nel quale deve essere effettuato il trasloco. Quest’ultimo è un aspetto che viene spesse volte sottovalutato ma, in realtà, confrontando le tariffe applicate nel corso dei diversi periodi dell’anno, risulta che queste aumentano nei mesi estivi (soprattutto a luglio o agosto), ossia quando la domanda è molto alta.

Leggi maggiori informazioni sugli imballaggi per il trasloco.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here